PROGRAMMA

Giovedì 22 settembre

Palazzo del Bo - Aula Magna “Galileo Galilei”

 

18.00 – 19.00

Registrazioni

 

19.00-20.00

Saluti istituzionali

Daniela Mapelli, Magnifica Rettrice dell’Università degli Studi di Padova

Sergio Giordani, Sindaco di Padova (TBC)

 

Presentazione del Convegno

Alberto Scuttari, Presidente del CoDAU

 

“800: Libera il tuo Futuro”

Rappresentazione teatrale sulla storia dell’Università di Padova

 

 

 

Caffè Pedrocchi

20.30 – 22.00

Cena di benvenuto

Interviene: don Dante Carraro, Presidente di Medici con l’Africa CUAMM

 

Venerdì 23 settembre

Orto Botanico – Centro congressi

 

Ore 9.30 – 11.00

Primo Panel

Attuare le riforme del PNRR

Nel primo anno di PNRR le università e gli enti di ricerca italiani hanno vissuto una stagione avvincente e allo stesso tempo convulsa. Sono infatti stati destinatari di numerosi bandi competitivi relativi alle linee di finanziamento della componente 2 della Missione del PNRR e verranno presto interessati anche dai bandi che riguardano la Missione 6 relativa alla ricerca medica.

Ma il PNRR prevede anche numerose riforme, rimaste sin qui sullo sfondo. Esse riguarderanno direttamente il sistema universitario: la riforma delle classi di laurea, la riforma delle lauree abilitanti per determinate professioni, la riforma del dottorato di ricerca, l’attuazione di misure di sostegno alla R&S per promuovere la semplificazione e la mobilità dei docenti e dei ricercatori, la riforma della legislazione sugli alloggi per studenti. inoltre le università pubbliche saranno direttamente interessate anche dalle misure di riforma e semplificazione della pubblica amministrazione previste dalla Missione 1 del PNRR.

Queste riforme identificano in qualche modo l’università che ci aspetta.

Obiettivo del primo panel è verificare lo stato di maturazione e di implementazione di queste riforme, scoprire che impatto avranno sugli atenei e sugli studenti, quali costi di transizione dovranno essere sopportati e con quali risorse tali riforme potranno essere efficacemente realizzate.

 

Intervento di: Maria Cristina Messa, Ministra dell’Università e della Ricerca (TBC)

 

Ne discutono:

Francesco Verducci - Vice Presidente 7° commissione Senato della Repubblica

Ferruccio Resta, Presidente della CRUI

Stefano Paleari, Consigliere della Ministra Messa per il PNRR

Antonio Naddeo, Presidente dell’ARAN

Pier Giorgio Bianchi, Talents Venture

 

Coordina: Alberto Scuttari - Presidente del CoDAU e DG Università di Padova

 

 

Ore 11.00 – 11.30

Coffe Break

 

Ore 11.30 -13.00

Secondo Panel

I nuovi strumenti della ricerca

Molte delle iniziative finanziate dal PNRR saranno realizzate attraverso veicoli di diritto privato, quali consorzi e fondazioni partecipati dalle università, dagli enti di ricerca e da altri enti pubblici e privati. I bandi hanno in genere previsto che la maggior parte degli associati a tali veicoli siano soggetti controllati dal MUR.

Si stima che entro il 2026 quasi XX miliardi di euro andranno a finanziare, attraverso questi veicoli, le linee di ricerca approvate dal Ministero.

Contemporaneamente è in discussione una riforma sulla proprietà intellettuale che dovrebbe regolamentare in modo diverso il regime delle proprietà intellettuale e i diritti di utilizzo dei brevetti e sono state poste in essere importanti azioni per lo sviluppo dei dottorati industriali.

Il secondo panel del convegno nazionale intende porre attenzione su questi nuovi veicoli della ricerca, indagando il rapporto che essi avranno con gli atenei e le sfide che essi presentano al management della ricerca universitaria, al fine di comprendere quali sono le condizioni affinché essi rappresentino una opportunità win-win. Nel lungo periodo questi veicoli diventeranno alleati o competitor degli atenei nell’attrazione dei fondi di ricerca? Svilupperanno un management della ricerca separato o integrato con quello degli atenei? Come aiuteranno il rapporto tra università e impresa nella filiera del trasferimento tecnologico?

 

Vincenzo Di Felice, Direttore Generale per lo sviluppo e il coordinamento della ricerca. MUR

Claudio Pettinari, Rettore Università di Camerino e delegato CRUI per la ricerca

Antonio Zoccoli, Presidente INFN

Francesco Ubertini, Presidente del CINECA e Centro nazionale HPC,

Carlo Carraro, Università Ca’ Foscari Venezia e consigliere Centro Mediterraneo per i Cambiamenti Climatici

 

Coordina: Graziano Dragoni, DG del Politecnico di Milano

 

 

13.00-14.00

Buffet

 

14.30 – 16.00

Terzo Panel A

Responsabilità e Accountability nelle università

La dinamicità innescata dalle nuove linee di finanziamento e la leva delle riforme rende ancora più importante, e per certi aspetti necessaria, la capacità delle università di agire comunicando correttamente ed efficacemente i risultati raggiunti e il modo in cui le risorse ricevute sono state impiegate.

In questo quadro gli atenei saranno interessati da una riforma delle regole di accreditamento delle sedi e di corsi di studio, con una attenzione riservata anche ai meccanismi di qualità del management e della governance.

Il panel intende comprendere come i meccanismi della responsabilità sociale e dell’assicurazione della qualità finora sviluppati dal sistema universitario sono in grado di cogliere questa nuove necessità e come il mutare delle regole all’interno dei tradizionali meccanismi di controllo sia in grado di consentire corridoi di flessibilità.

 

Ne discutono:

Daniele Livon, Direttore Generale ANVUR

Angelo Riccaboni, Università di Siena

Giovanni Azzone, Politecnico di Milano

Paolo Giacomazzo – Consigliere ANAC

Marcella Gargano - MUR, DG per la formazione universitaria, l'inclusione e il diritto allo studio

Coordina: Emma Varasio – DG Università di Pavia

 

 

14.30 – 16.00

Terzo Panel B

La sfida delle competenze e della qualità dell’ambiente di lavoro

La legge di bilancio dell’anno 2022 ha previsto un importante piano quinquennale per il reclutamento di personale universitario, sia docente che tecnico ed amministrativo, da realizzarsi oltre i limiti del turnover.

Parallelamente una nuova fase di contrattazione nazionale sta introducendo elementi di novità nel disegno dei profili professionali, nell’incentivazione e nelle progressioni di carriera del personale contrattualizzato degli atenei pubblici.

Nel frattempo gli atenei italiani vengono sempre più spesso individuati come “best place to work” in rilevazioni di carattere nazionale ed internazionale.

Nel quadro sopra delineato quali sono le condizioni abilitanti che consentiranno agli atenei di valorizzare i talenti e le persone e di saper intercettare nel mercato del lavoro le nuove competenze? Come sapranno essere attrattivi, vincendo la sfida delle competenze e della qualità dell’ambiente di lavoro?

 

Ne discutono:

Alberto Bonisoli, Presidente Formez

Mauro Clara, Talent Manager, Ferrero

Alessandra Poggiani, Director of Administration, Human Technopole

Silvana Perfetti - Partner Deloitte

Gianluca Cerracchio, MUR - DG per l'alta formazione artistica, musicale e coreutica

Prof. Remo Morzenti Pellegrini Vice Presidente della Scuola Nazionale di Amministrazione (Sna) della Presidenza del Consiglio dei Ministri

 

Coordinano: Donato Di Benedetto – DG Università del Salento e Loredana Segreto – DG Università del Piemonte Orientale

 

 

14.30 – 16.30

Terzo Panel C

Le Università non Statali nel Sistema Universitario Italiano: insieme per il cambiamento
Il Terzo Panel è dedicato alle Università non Statali, con un focus su queste realtà caratterizzate da elementi di forte specificità. Dopo una prima analisi della realtà delle Università non statali in termini di docenti, studenti, borse di studio, placement, ranking, VQR, si analizza il ruolo che esse hanno nello sviluppo del sistema universitario.

 

  1. Le Università non Statali al servizio della Società: contesto attuale e prospettive future

Ne discutono:

Pier Giorgio Bianchi (Amministratore e Co-fondatore Talents Ventures)

Giovanni Lo Storto (DG Luiss)

Riccardo Taranto (Consigliere Delegato Bocconi)

Cataldo Salerno (Presidente di Unikore Enna)

Francesca Mariotti (Direttore Generale Confindustria)

 

Coordina: Andrea Rossi (Amministratore Delegato e Dir. Gen. Università Campus Bio-Medico di Roma)

 

  1. Progetto Good Practice: una frontiera di confronto

Ne discutono:

Prof.ssa Michela Arnaboldi (Politecnico di Milano)

Prof.ssa Deborah Agostino (Politecnico di Milano)

 

Coordina: Antonella Rago (Direttrice Generale Università Lum)

 

16.30 - 17.30

Visite guidate all’Orto Botanico – Patrimonio UNESCO

 

19.30 – 20.30

L’evoluzione degli Atenei

Conversazione con Telmo Pievani

 

20.30 – 22.30

Cena nell’Orto

 

Sabato 24 settembre

Palazzo del Bo - Aula Magna “Galileo Galilei”

 

Ore 9.30 – 10.30

Rendiconto dei Panel del venerdì pomeriggio. Discussione in plenaria

 

Ore 10.30-12.30

Quarto Panel

Costruire l’Università che ci aspetta

Gli shareholder del sistema universitario quale contributo si attendono dalla figura dei direttori generali e dei dirigenti degli atenei italiani? E gli stakeholders cosa si attendono dalla trasformazione in atto?

Il Panel finale intende mettere a fuoco il contributo che i Direttori Generali e i dirigenti degli atenei italiani vogliono dare per costruire l’università che ci aspetta e quali sono le condizioni per rendere sostenuta e sostenibile questa trasformazione.

 

Intervento e saluti di:

Maria Elisabetta Alberti Casellati, Presidente del Senato della Repubblica (TBC)

 

Ne discutono:

Maria Letizia Melina, Segretaria generale del MUR (TBC)

Antonio Felice Uricchio, Presidente ANVUR

Franco Anelli, Rettore Università Cattolica del sacro Cuore

Daniela Mapelli, Rettrice Università di Padova

Tiziana Lippiello, Rettrice Università Ca’ Foscari Venezia

Pier Francesco Nocini, Rettore Università di Verona

Benno Albrecht, Rettore IUAV

 

 

Ore 12.30

Chiusura dei lavori

 

Ore 13.00

Buffet

 

 

Programma post convegno

Visite guidate ai luoghi della storia

Palazzo del Bo’

Ciclo affrescato Urbs Picta (Patrimonio UNESCO)


media partner


Copyright © 2022 CODAU - tutti i diritti riservati